La Medicina Estetica – e l’Odontoiatria Estetica per la parte corporea di competenza – hanno assunto nell’ultimo decennio una rilevanza ed uno spazio proprio all’interno dei diversi scopi della Medicina. Oggi infatti non si tratta più unicamente di curare e guarire le persone, ma ricercarne quanto più possibile anche il benessere. E cos’è il benessere? Tra le molte possibili definizioni, certo significa offrire il raggiungimento ed il mantenimento di un equilibrio fisico/estetico e psicologico, a cui tradizionalmente la medicina non era attenta o adeguatamente preparata. Si comprende facilmente pertanto come a fianco di illuminati pionieri della nuova materia – si pensi alle esperienze sviluppatesi a Roma, Milano, Bologna – si siano via via affiancate nuove esperienze che in tempi rapidi hanno voluto e saputo affiancarsi ad altre, colmando la domanda crescente di medici e odontoiatri interessati a questo ambito, ovviamente legato all’aumentata domanda di una popolazione, anche italiana, di ottenere risposte efficaci su questi due piani di benessere estetico, fisico e psicologico.

L’esperienza della Academy School of Practical aEsthetic Medicine (ASPEM), nata nel 2009 ad opera di un folto numero di docenti di Milano e Roma in quell’area geografica milanese che prefigurava la “Città metropolitana”, tra i comuni di Milano-Pioltello-Segrate e nello specifico caso in quell’area definita “Linate Business Park”, proprio perché collocata al centro di trasporti aerei, autostradali, ferroviari, si avviava a compiere questo decennio con un brillante consuntivo.

Decine di docenti qualificati e centinaia di cultori nuovi e vecchi della materia – gli “Allievi” – hanno lavorato seriamente insieme, ottenendo figure professionali di Medici estetici e Odontoiatri estetici da tempo operativi e in larga parte iscritti al Registro Professionale dei “Medici Estetici” e dei “Medici Estetici ad Indirizzo Odontoiatrico” dell’Ordine dei Medici e Chirurghi e Odontoiatri di Milano.

Ho personalmente aderito sin dalla prima ora a queste esperienze, nonostante la mia settorialità specialistica di interesse – la chirurgia vascolare e l’angiologia/flebologia –, avendo partecipato sin dall’inizio, a fianco del mio maestro Giorgio Agrifoglio, a motivazioni e modalità di affronto tematico di un personaggio indimenticabile quale fu Carlo Alberto Bartoletti.

Oggi devo assistere ad una ferita, inspiegabile, apertasi in questa mia esperienza più recente nella Scuola ASPEM. Da tecnico non mi addentrerò in analisi legali, né vorrò essere condizionato da sottigliezze legali su proprietà di loghi, domini in Internet, o quant’altro.

A fronte della possibilità di ritirarmi da questa “ferita”, mi è stato chiesto da parte della pressoché totalità degli Allievi di ASPEM, di continuare il mio servizio nello stesso ambito didattico che rimane in quel “Linate Business Park” oggi costretto a cambiare lievemente denominazione in International Academy of Practical aEsthetic Medicine (IAPEM). Accetto in senso di servizio, appunto, e continuità per coloro che hanno iniziato da uno o più anni un percorso didattico-professionale con ASPEM, o con ASPEM avrebbero voluto iniziare, date le prove di buoni esiti dimostrati.

Altra parte del Sito di IAPEM, avrà il compito di illustrare l’offerta didattica e professionale, nonché aggiornamenti in tema di Medicina e Odontoiatria Estetica, ricercando l’unità di intenti con le altre esperienze in corso nel nostro Paese ed in Europa.

Per parte mia e di ruolo, quale Direttore Scientifico – di ASPEM e ora di IAPEM –, la promessa di continuare ad unire un corpo docente realmente di qualità ad Allievi motivati quali neofiti della Medicina estetica e dell’Odontoiatria estetica, ma molto spesso già operativi nel settore pur senza una qualifica e cursus dedicato secondo i criteri odierni.

Milano, 1 settembre 2016
Prof. Giovanni B. Agus